Virtuhub: un progetto supportato dai fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese

32

Virtuhub è un progetto che coinvolge alcuni ragazzi in carico all’area penale, con procedimento penale minorile in corso, in un percorso di re-inserimento nei circuiti relazionali della propria comunità.

Avviando una riflessione sul ruolo di cittadino e su cosa questo comporta in termini di diritti, doveri e opportunità, i ragazzi affrontano un percorso di approfondimento e confronto all’interno delle iniziative di contrasto alle mafie portate avanti dalla rete di Libera sulla città di Palermo. VirtuHub si inserisce all’interno di un protocollo d’intesa nazionale firmato fra Libera e il Dipartimento di Giustizia Minorile volto alla creazione di momenti di effettiva realizzazione della cosiddetta “giustizia riparativa”, di azioni volte a rendere consapevoli i ragazzi dei loro errori e della dimensione in cui questi errori si sono verificati, offrendo nel contempo la possibilità  di poter vivere esperienze “altre” che, attraverso la partecipazione diretta, li stimolino alla riflessione e a un ripensamento del proprio progetto di vita.

Grazie a Virtuhub, i giovani potranno conoscere la rete di Libera, il suo lavoro sui beni confiscati e con i familiari delle vittime innocenti delle mafie; partecipare al 21 marzo, giornata nazionale di memoria e impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie; partecipare ai campi estivi di formazione e impegno presso beni confiscati e i beni comuni sul territorio di Palermo; sperimentare la partecipazione e l’attivismo a fianco delle associazioni della rete cittadina di Libera.

Virtuhub è un progetto realizzato con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese 

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi un commento
Inserisci qui il tuo nome